Acqua potabile
 

Dal contatore in poi il proprietario è responsabile

Obbligo di autorizzazione per gli impianti domestici

Di norma, l'azienda dell’acqua potabile è responsabile della qualità dell'acqua potabile solo fino al contatore. Da lì al rubinetto, è il proprietario dell'immobile ad avere l'obbligo di garantire che l'acqua potabile sia sempre conforme ai requisiti di legge anche nelle installazioni interne.

Installazioni interne solo ad opera di personale specializzato

Autorizzazione e controllo a carico dell'azienda dell’acqua potabile

Le installazioni dell'acqua potabile devono essere realizzati sempre e solo da professionisti specializzati e qualificati. L'autorizzazione e i controlli sono a carico dell'azienda dell’acqua potabile. Il regolamento comunale per la fornitura dell'acqua potabile disciplina i dettagli. Solo così è possibile garantire il rispetto dei requisiti di legge. Chi decide di sostituire personalmente un rubinetto di casa si muove perciò ai limiti della conformità legale.

Gli incaricati cantonali del controllo delle derrate alimentari sono autorizzati a verificare la qualità dell'acqua potabile in uscita dal rubinetto e a valutare le installazioni in loco. La certificazione che le installazioni siano qualitativamente ineccepibili e che il personale sia autorizzato avviene ad opera della SSIGA. 

Pericoli per l'igiene

Doveri del proprietario del fondo

L'azienda dell’acqua potabile trasporta l'acqua potabile fino alla condotta di allacciamento del fondo. Qui, cede ogni responsabilità al proprietario.

È il proprietario, dunque, a dover garantire le perfette condizioni igieniche dell'acqua potabile nell’immobile. Un compito che implica, tra l'altro, evitare condizioni di stagnazione o impostare correttamente la temperatura del serbatoio per l'acqua calda onde impedire la proliferazione della legionella, o verificare che le tubazioni funzionino a dovere e non eroghino, ad esempio, acqua color ruggine.  

2018 SVGW | Created by medialink | Performed by iteam